Cooperativa Culturale Ricreativa Ponte a Tressa

 

Il ConsiglioLe attivitàIniziativeFoto storyContattiHome

 
 

La parola carnevale deriva dal latino "carnem levare" ovvero " eliminare la carne " poiché anticamente indicava il banchetto che si teneva l'ultimo giorno di carnevale (il martedì grasso) prima del periodo di astinenza e digiuno dettato dalla Quaresima  durante la quale poi  a nessuno era concesso di mangiare carne !

Il Carnevale non ha una data fissa : ogni anno dipende da quando cade Pasqua. Il tempo di Carnevale infatti inizia la prima domenica, delle nove che precedono quella di Pasqua. Raggiunge il culmine il giovedì grasso  e termina il martedì successivo, ovvero il martedì grasso , che precede il mercoledì delle Ceneri , inizio della Quaresima .  
Dove si osserva il rito ambrosiano , soprattutto in Lombardia e a Milano, la Quaresima inizia di domenica. In questo modo il Carnevale dura di più, terminando il sabato dopo le ceneri, allungando così di 4 giorni il periodo del "Carnevalone".

Immagini della Festa 2018


Secondo numerose fonti, tra cui Apuleio,   il "travestimento" deve essere fatto risalire a una festa in onore della dea egizia Iside , durante la quale erano presenti numerosi gruppi mascherati. Questa usanza venne importata anche nell'impero Romano : alla fine del vecchio anno un uomo coperto di pelli di capra veniva portato in processione e colpito con bacchette.  In molte altre parti del mondo , soprattutto in Oriente, c'erano molte feste con cerimonie e processioni in cui gli individui si travestivano: a Babilonia , ad esempio, non era strano vedere  grossi carri simboleggianti la Luna e il Sole sfilare per le strade rappresentando la creazione del mondo.

Il nostro dolce di Carnevale: i Cenci

 

INGREDIENTI:

-circa 600 g. di farina (non tutta verrà utilizzata)

-2 uova

-mezza tazza di Vinsanto

-2 cucchiai di zucchero

-50 g. di burro

-succo di un’arancia

-1/2 bustina di lievito

-abbondante olio di semi per friggere

-zucchero a piacere per decorare

PREPARAZIONE:

Fare una fontana con la farina, mettere al centro le uova, il burro sciolto insieme al Vinsanto e allo zucchero, il succo dell’arancia e il lievito. Cominciare a impastare lentamente il tutto, prima con l’aiuto di una forchetta, e poi man mano con le mani (rimarrà della farina in eccesso).

Formare due palle con l’impasto ottenuto, stenderle con il mattarello fino ad ottenere uno spessore abbastanza sottile. Tagliare la pasta con l’apposito strumento per formare dei quadretti e dei rettangoli non troppo grossi.

Scaldare l’olio in una padella e friggere i Cenci velocemente, finché non diventano dorati; scolarli in abbondante carta per assorbire l’olio in eccesso e cospargerli con lo zucchero.

Ecco pronti i Cenci di Carnevale!!! Non si può fare a meno di assaggiarne uno subito…. :)

Torna alla Home Torna alle Iniziative 2019